Cuochi per un giorno: Home Cooking Edition on line 19-20 giugno

bambini con cappello da cuoco

 

Cuochi per un giorno ritorna in una nuova Home Cooking Edition, in versione estiva. Perciò, preparati per cucinare a casa tua in famiglia. Evviva!

Che cos’è Cuochi per un giorno

Cuochi per un giorno è un festival nazionale di cucina per bambini, nato a Modena nel 2012 da un’idea di Laura Scapinelli  insieme allo staff della sua libreria per l’infanzia, La Bottega di Merlino.

L’obiettivo del festival è da sempre stato quello di insegnare ai più piccoli a mangiare sano, divertendosi e mettendo le mani in pasta.

Cuochi per un Giorno: Home Cooking Edition

Come lo scorso novembre, Cuochi per un giorno torna nell’edizione estiva con un evento digitale, dove i giovani chef avranno l’occasione di cimentarsi nella realizzazione di un menù completo, direttamente nella propria cucina di casa.

Per due intere giornate, dalle 8 del mattino alle 20 di sera si terranno online dei laboratori di cucina no-stop, guidati dai sapienti consigli dello chef stellato Luca Marchini (Ristorante L’Erba del Re-Trattoria Pomposa Modena-Bottega Da Re) e da altri giovani cuochi che fanno divertire i partecipanti a distanza.

Come partecipare a Cuochi per un Giorno

Cuochi per un giorno – Home Cooking Edition si svolgerà nel weekend del 19 e 20 giugno, dal mattino alla sera.

Per partecipare basta iscriversi compilando il modulo sul sito, inserendo i dati dell’adulto e un indirizzo email. Dopo pochi minuti si riceve la lista degli ingredienti, divisi per primo, secondo e dolce che si andranno a preparare durante l’evento.

Come funziona l’edizione digitale di Cuochi per un giorno

Prima del weekend del festival occorre procurarsi tutti gli ingredienti della lista, dove è indicata anche l’attrezzatura da cucina necessaria per ogni ricetta che si cucinerà insieme.

Il 19 e 20 giugno basterà connettersi al sito cuochiperungiorno.it e partecipare insieme alla propria famiglia al festival di cucina.

I bambini, supervisionati e guidati da mamma e papà, zii o nonni, avranno l’occasione di mettersi alla prova in cucina, sperimentando con ingredienti, pentole e padelle, divertendosi durante la preparazione e gustando poi qualcosa preparato proprio con le loro mani. Che soddisfazione!

Documenta la tua esperienza di home cooking

Ogni famiglia potrà documentare la propria esperienza, con foto e video che ritraggono i piccoli chef all’opera mentre impastano, tagliano, spadellano, senza dimenticare di immortalare il risultato finale.

Il giorno successivo all’evento, si potranno caricare foto e video (di massimo 3 minuti) sul sito. Verranno selezionati poi i più originali e divertenti (sono certa che sarà un’ardua missione!) che verranno pubblicati sui social dell’evento.

 

Per i bambini sapersi destreggiare in cucina sin da piccoli è un’esperienza formativa importante nel loro percorso, perché, come si legge sul sito di Cuochi per un giorno: Cucinare coinvolge i cinque sensi, migliora concentrazione, manualità e precisione, arricchisce il vocabolario e allena al rispetto delle regole e alla pazienza, ecco perché vale la pena iniziare da bambini.

Noi ci siamo già iscritti e non vediamo l’ora di cucinare insieme!

Author: Giulia

Cresciuta mangiando piadina a tutte le ore e i cappelletti in brodo anche a Ferragosto, continuo a farlo ora con i miei bimbi. Da quando sono nati Margherita e Federico, io e il babbo Matteo stiamo riscoprendo la nostra Emilia Romagna, a misura di bambino. "C'è il mare e la montagna" cantavo allo stadio, ma ci sono anche città d'arte, dolci colline, castelli, parchi, l'immancabile divertimento e tantissime attività da fare con tutta famiglia e non vediamo l'ora di viverle tutte e raccontarvele. Perché si sa, noi emiliano-romagnoli non siamo capaci di stare fermi!!  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*