Festa del Papà in Emilia Romagna: ricreiamo le tradizioni

mani che si scaldano sul fuoco di carta

 

Come ogni festività, anche la festa del papà, ha le sue tradizioni. In Emilia Romagna il 19 marzo si festeggiano tutti i papà (o babbi), con i rituali antichi della focarina, con le raviole ripiene e tanta allegria.

Quest’anno, forse sarà ancora una festa del papà un po’ diversa da quelle a cui eravamo abituati. Possiamo però renderla comunque speciale preparando i dolcetti da offrire al papà e creando una mini focarina di carta da tenere in casa.

Origini e tradizioni della festa del papà, in Emilia Romagna e nel resto d’Italia

Il 19 marzo si festeggiano i papà, primo fra tutti San Giuseppe, il padre di Gesù. La festa è diffusa in diverse parti del mondo e ha origine nel secolo scorso. Nasce per celebrare la figura paterna e il ruolo del babbo nella famiglia e nella società. Solitamente i figli preparano o acquistano anche un regalo.

In Italia la ricorrenza è accompagnata da diverse tradizioni e dolci tipici. Ogni regione ha le sue specialità dedicate a questa giornata e ai papà: dalle zeppole napoletane e i bignè romani di San Giuseppe, alle frittelle di riso toscane e umbre fino agli sfinci siciliani.

La focarina o fogheraccia: il rituale del fuoco per la Festa del Papà in Romagna

La Romagna, la sera della vigilia di San Giuseppe, si illumina di fuochi che richiamano antichi rituali propiziatori.

Focarina, fogheraccia, lom ad merz, fugaraza: in qualsiasi modo si chiami, si tratta di un falò che segnava nella tradizione contadina l’inizio della primavera, in cui si facevano bruciare i rami potati.

E questa usanza si è mantenuta nel tempo ed è diventata un appuntamento atteso da grandi e bambini, non solo nelle aie delle case di campagna, ma anche nei quartieri, nelle parrocchie, al mare.

Tutta la Romagna, la sera del 18 marzo risplende di questi fuochi, nati per purificare, propiziare la fertilità e buon raccolto e ora (tranne l’anno scorso e quest’anno) e ora diventati occasione di ritrovo davanti al calore del falò, davanti a un bicchiere di vino e magari anche una piadina con la salsiccia e una fetta di ciambella!

Spesso vengono organizzati eventi in occasione della focarina, con stand dove mangiare, musica per ballare, giochi per i bambini. A Rimini di solito ci si ritrova a Marina Centro, sulla spiaggia libera, dove vengono bruciati anche i rami portati dai fiumi al mare, si balla, si mangia e viene allestito anche un mercatino (quest’anno ovviamente l’evento è sospeso).

 

bimbi davanti al fuoco

 

Attività da fare coi bambini per la Festa del Papà: la focarina di carta

Quest’anno salteranno tutti i grandi eventi a cui eravamo abituati gli anni scorsi, niente focarine altissime, balli e canti intorno al fuoco, mani vicine che si scaldano davanti alla legna che brucia. Però possiamo comunque tenere viva la tradizione nelle nostre case.

Se abiti in campagna, sicuramente hai già in programma una piccola fogheraccia nel campo. O magari la stanno preparando i nonni e gli zii.

Se invece non hai possibilità di fare un piccolo fuoco fuori in cortile, puoi preparare insieme ai bambini un fuoco di carta. Ovviamente non sarà come quello vero, ma può essere comunque un’attività carina da fare insieme.

Materiali per fare la focarina di carta

Rotoli di carta igienica

Tempera marrone

Cartoncini, feltro, carta crespa o carta velina di varie sfumature, dal rosso, al giallo

Forbici

Colla

Pinzatrice

Lucine

bimba ritaglia carta crespa per fare il fuoco

Procedimento

Iniziamo colorando i rotoli di carta igienica di marrone e mettiamoli ad asciugare. Quando il colore sarà asciutto potete fare i nodi dei rami con un pennarello nero, per renderli più reali.

Se avete a disposizione dei legnetti veri potete utilizzare quelli per la base del fuoco, oppure dei sassi.

Ritagliare le sagome delle fiamme nei materiali che avete a disposizione (si possono anche utilizzare carte di vari spessori e feltro insieme). Noi le abbiamo unite insieme con una pinzatrice e poi abbiamo incollato i legnetti fra loro e incastrato in mezzo le lingue di fuoco.

Potete aggiungere, per rendere il fuoco più reale, si possono aggiungere anche delle lucine come quelle natalizie (noi abbiamo utilizzato queste.

Ma ora veniamo ai dolcetti tipici, qui trovi la ricetta delle raviole dolci che abbiamo preparato noi.

Altre idee per la Festa del Papà

Se invece stai cercando regali fai da te e spunti per festeggiare la festa del Papà, qui trovi lavoretti da fare coi bambini. Se avete un papà camperista, abbiamo pensato anche a 10 regali per lui.

Quest’anno riprendono anche gli eventi per la festa del papà:

Brick dad da Fico

Sabato 19 da Fico a Bologna, papà e bambini potranno partecipare insieme a un divertente laboratorio di falegnameria. Trovi qui i biglietti.

Se invece vuoi scoprire le varie tradizioni dell’Emilia Romagna, qui trovi quelle natalizie e quelle legate al Carnevale.

 

articolo scritto a marzo 2021 e aggiornato a marzo 2022

Author: Giulia

Cresciuta mangiando piadina a tutte le ore e i cappelletti in brodo anche a Ferragosto, continuo a farlo ora con i miei bimbi. Da quando sono nati, io e il babbo Matteo stiamo riscoprendo la nostra Emilia Romagna, a misura di bambino. "C'è il mare e la montagna" cantavo allo stadio, ma ci sono anche città d'arte, dolci colline, castelli, parchi, l'immancabile divertimento e tantissime attività da fare con tutta famiglia e non vediamo l'ora di viverle tutte e raccontarvele. Perché si sa, noi emiliano-romagnoli non siamo capaci di stare fermi!!  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This field is required.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*This field is required.