I nani di Giada a Forlì: wild pic nic, alpaca da adottare a distanza e tanti altri animali da scoprire

alpaca che si affacciano dal recinto

 

Hai mai fatto una merenda in fattoria in compagnia degli alpaca? E un picnic con una capretta che insieme al suo amico alpaca ti osserva e soprattutto osserva il tuo hamburger? Se la risposta è no, devi assolutamente andare all’Azienda Agricola I nani di Giada, a Forlì.

Nella campagna a due passi dal centro della città, Giada ha rimesso in sesto un terreno abbandonato da anni e ci ha fatto una casa per i suoi animali da compagnia.

 

allestimento wild picnic con balle di fieno e lucine sugli alberi

 

Gli alpaca e gli altri animali dei Nani di Giada

L’allevamento di animali “strani”

L’attività di Giada nasce inizialmente come allevamento di animali da compagnia, esotici e da cortile. Lei li accudisce nella prima fase della loro vita e poi li affida a privati, che segue anche nella formazione, insieme a una consulente specializzata, per prendersene cura correttamente.

I nani di Giada sono infatti per lo più cuccioli di specie particolari: oltre a galline ovaiole, pony e asinelli, un cavallo, ci sono anche gli alpaca, caprette tibetane, galline ornamentali, pecore di alta montagna che sono considerate razza rara, due genette tigrine, anch’esse in via d’estinzione, i maialini vietnamiti e i conigli nani di varie specie.

recinto con maialini e coniglietti

 

Visite guidate agli animali

Se desiderate, è possibile organizzare una visita guidata, a piccoli gruppi della durata di un’ora. Giada vi aprirà le porte della sua azienda, facendovi conoscere i suoi cuccioli, raccontandovi le loro storie e facendovi vivere un po’ della routine degli animali e della vita di campagna, come ad esempio la raccolta delle uova nel pollaio.

La visita va prenotata contattando direttamente Giada al 3459617142.

I pomeriggi in fattoria aperta con gli animali dei Nani di Giada a Forlì

L’azienda è aperta al pubblico da fine marzo a ottobre, gli orari e le giornate possono variare in base alle stagioni.

In queste giornate sarà possibile visitare in autonomia l’azienda, fare merenda con i prodotti a km zero e fare acquisti nel punto vendita.

I pomeriggi in fattoria aperta vanno prenotati direttamente sul sito.

Adotta un alpaca

Con questo progetto di adozione a distanza, Giada coniuga il sogno di molti di avere un alpaca, al bisogno di supportare la sua piccola realtà per dare agli animali tutte le cure necessarie.

Giada si occupa dei cuccioli rispettando le loro esigenze, in un ambiente tranquillo in mezzo alla natura. Per procedere all’adozione, occorre compilare un modulo che si trova sul sito, scegliere uno dei tre pacchetti e inviare la richiesta d’adozione.

Questa sarà valida un anno e si riceverà l’attestato di adozione insieme a vari gadget. Ogni animale può essere adottato da più persone.

E se passi dalla Romagna, nelle giornate di fattoria aperta è possibile fare visita all’alpaca, insieme a tutti gli altri animali della fattoria.

I Wild Picnic a Forlì: come funzionano

Tutto ha inizio qualche anno fa, quando ha cominciato a organizzare qui le cene con i suoi amici, che tornavano a casa ogni volta sempre più entusiasti. Cenare all’aperto, con la campagna a far da cornice, un’atmosfera distesa e rilassata e gli cuccioli da coccolare.

Così a Giada viene in mente di condividere e allargare l’invito a chiunque volesse trascorrere una serata diversa: nascono i wild picnic. Una serata semplice, senza troppi fronzoli, anzi, all’inizio non c’era neppure la musica, per potersi godere al 100% i suoni della campagna e di chi la abita.

E cosa si mangia durante queste serate?

Ci sono due opzioni: puoi portare da casa la cena, scelta comoda soprattutto per i bambini.

Oppure puoi ordinare quello che preferisci con il servizio di consegna a domicilio Foodstation: pizza, hamburger, sushi, carne, pesce, gelato, c’è di tutto! Scegli l’orario che ti è più comodo e ti arriva direttamente alla location. Ultima opzione ordinare una pizza dalla Pizzeria della cava.

Giada mette a disposizione stoviglie biodegradabili e allestisce gli spazi con balle di fieno e teli per terra per cenare comodamente. Ricordatevi le bevande!

Giochi per i bimbi durante i wild picnic

E i bambini? Loro sono i più contenti, possono giocare liberamente e passare ogni tanto a osservare e a dar da mangiare agli animali nei loro recinti (per il loro benessere non sono liberi durante le serate organizzate).

 

bimba da da mangiare alle pecore di alta montagna

 

Giada mette poi a disposizione dei piccoli ospiti anche giochi semplici e che favoriscono la socializzazione, come delle costruzioni e si sta organizzando per farli giocare al classico gioco della settimana. Mi ha detto che durante le serate estive non ha mai visto un bimbo con il cellulare in mano!

Il clima conviviale è completato da un biliardino e un bel tavolo da ping pong che sono protagonisti di grandi sfide fra amici!

Wild picnic dai Nani di Giada: info utili e prezzi

I Wild picnic si svolgono d’estate, partiranno a giugno, tre sere a settimana.

L’anno scorso il costo della serata a persona era di 5 €, mentre i bambini pagavano 3 €. La prenotazione si svolgerà sul sito.

Eventi da I nani di Giada e i prodotti a km zero

Questa è la location perfetta anche per le feste in generale, che siano compleanni, battesimi o lauree. Giada mette a disposizione i suoi spazi per organizzare pomeriggi o serate all’aria aperta nel rispetto delle regole.

Da Giada è possibile anche fare scorta di prodotti a km zero, come frutta, marmellate, succhi di frutta, uova, miele, lana di alpaca e prodotti realizzati con la lana e con gli scarti, come dei carinissimi portachiavi e peluche a forma di alpaca. Anche durante i wild picnic  e i pomeriggi in fattoria viene allestito un piccolo spaccio aziendale realizzato in collaborazione con l’azienda agricola di Giada e partner locali.

 

Se stai cercando esperienze da vivere a contatto con gli animali, può interessarti anche il Parco Naturale di Cervia.

Author: Giulia

Cresciuta mangiando piadina a tutte le ore e i cappelletti in brodo anche a Ferragosto, continuo a farlo ora con i miei bimbi. Da quando sono nati Margherita e Federico, io e il babbo Matteo stiamo riscoprendo la nostra Emilia Romagna, a misura di bambino. "C'è il mare e la montagna" cantavo allo stadio, ma ci sono anche città d'arte, dolci colline, castelli, parchi, l'immancabile divertimento e tantissime attività da fare con tutta famiglia e non vediamo l'ora di viverle tutte e raccontarvele. Perché si sa, noi emiliano-romagnoli non siamo capaci di stare fermi!!  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*