La Ciclovia del Sole: il tratto Mirandola-Bologna

ciclabile sul ponte

 

Il 13 aprile è stato ufficialmente inaugurato il tratto della Ciclovia del Sole da Mirandola a Bologna (Sala Bolognese): un itinerario di 46 km da fare in bici alla scoperta dell’Emilia.

La Ciclovia del Sole è un percorso ciclabile che al momento collega Verona a Bologna e che fa parte dell’Eurovelo7 che permette di percorrere l’Europa in bici da nord a sud.

Che cos’è la Ciclovia del Sole

La Ciclovia del Sole è un itinerario ciclabile che collega 4 regioni italiane: Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Toscana. Ad oggi è possibile percorrere in bicicletta il tratto Verona-Bologna, ma sono già finanziate e in parte realizzate anche alcune parti del tracciato Bologna-Firenze, nella parte appenninica che sale fino al crinale tosco-emiliano e poi arriva a Firenze. La ciclovia Verona-Bologna-Firenze percorre 392 km di cui 154 in Emilia Romagna e 120 nel territorio della città metropolitana di Bologna.

Il percorso fa parte di una delle più importanti ciclabili d’Europa: Eurovelo 7 collega Capo Nord a Malta per un totale di 7400 km.

Ciclovia del Sole: il tratto Mirandola- Bologna

Il tratto della Ciclovia del Sole che va da Mirandola a Sala Bolognese è lungo 46 km e si sviluppa sull’ex Ferrovia Bologna-Verona.

Il percorso ciclabile è facile e a misura di bambini e famiglie. Attraversa 8 comuni, 3 in provincia di Modena e 5 in città metropolitana di Bologna).

L’obiettivo della Ciclovia del Sole è quello di far scoprire queste zone di grande interesse naturalistico, paesaggistico, storico-culturale ed enogastronomico.

La Ciclovia del Sole: le tappe e la mappa

  • Mirandola: il tratto Mirandola-Bologna, parte appunto da Mirandola, con la sua originaria fortezza rinascimentale.
  • Mirandola-San Felice sul Panaro 10 km: in meno di un’ora (considerando una velocità media di 12 km/h)  si arriva a San Felice sul Panaro, ricco di parchi pubblici perfetti per una pausa coi bambini, oltre a architetture del tardo Medioevo, palazzi signorili e ville di inizio Novecento.
  • San Felice sul Panaro- Camposanto 6,5 km: in mezz’ora si raggiunge Camposanto, sulla riva sinistra del Panaro che separa le province di Modena e Bologna. Degna di nota la stazione ferroviaria posizionata sul ponte, da cui si possono ammirare oltre 20 murales .
  • Camposanto-Crevalcore 7,5 km: passiamo in provincia di Bologna e arriviamo in 40 minuti a Crevalcore, con il suo centro storico porticato. Facendo una piccola deviazione si può arrivare anche a Sant’Agata Bolognese e visitare il suo teatro storico e la piazzetta.
  • Crevalcore – San Giovanni in Persiceto  9 km: in quarantacinque minuti si arriva a San Giovanni in Persiceto, imperdibile la Piazzetta Betlemme (ne abbiamo parlato qui e se ami la street art, trovi altri spunti), la torre civica e il teatro comunale.
  • San Giovanni in Persiceto – Sala Bolognese 8 km: altri 40 minuti e si arriva a Sala Bolognese, dove si può fare un suggestivo giro tra i maceri circondati da olmi e salici bianchi sulle sponde dei fiumi Samoggia, Lavino e Reno e il reticolo di canali e infrastrutture idrauliche del Consorzio della Bonifica Renana.
  • Sala Bolognese – Bologna 18 km: da Sala Bolognese il centro di Bologna è al momento servito da un collegamento provvisorio, su corsie ciclabili inserite in carreggiata su strade a bassa percorrenza e con interventi per moderare la velocità.

Per scaricare la mappa del percorso clicca qui.

La Ciclovia del Sole sull’ex ferrovia: un bell’esempio di economia circolare

Il percorso ciclabile è stato realizzato in due anni dalla Città Metropolitana di Bologna, seguendo appunto il tracciato della ferrovia. Come ha osservato durante l’inaugurazione Vera Fiorani, AD di Rete Ferroviaria Italiana, si tratta di “un virtuoso esempio di economia circolare e di riuso in chiave green di un tracciato ferroviario che modifica la sua originaria funzione conservandone alcune missioni, come la valorizzazione del territorio, stavolta in chiave di mobilità turistica dolce e sostenibile”.

Il 2005 è stato segnato da un tragico incidente ferroviario nei pressi della stazione di Crevalcore, con 17 vittime e 80 feriti. A seguito del tragico evento sono stati raddoppiati i binari e potenziata la sicurezza, rendendo quindi inutilizzati i 36 km della vecchia linea Bologna-Verona, ora riconvertita in pista ciclabile.

Ciclovia del Sole: servizi lungo il percorso

Al momento lungo i 46 km sono presenti 5 piazzole di sosta  con illuminazione, wi-fi, carica cellulare e e-bike, kit riparazione, rastrelliere, acqua ,tavoli e cestini, a cui presto verrà aggiunto anche un impianto fotovoltaico.

Sono stati riqualificati anche i ponti ferroviari che attraversano i corsi d’acqua principali e quelli minori o viabilità private e locali.

Il percorso è reso agevole grazie ad una serie di connessioni che hanno migliorato la viabilità locale, rendendo la ciclovia comoda e funzionale per gli spostamenti casa/lavoro e casa/scuola dell’utenza locale.

A breve aprirà lungo il percorso, a San Giovanni in Persiceto anche un Bed&Bike nei pressi della stazione. Qui i ciclisti potranno sostare, pernottare e riparare/depositare le bici.

La segnaletica della Ciclovia del Sole

Lungo il percorso, oltre alla segnaletica prevista dal Codice della Strada, sono stati apposti anche appositi cartelli specifici che identificano chiaramente l’itinerario.

Sono presenti anche 22 totem turistici che illustrano ai ciclisti e valorizzano le eccellenze artistiche e culturali dei territori attraversati.

 

Potrebbe interessarti anche il percorso ciclabile da Rimini a Santarcangelo.

Author: Giulia

Cresciuta mangiando piadina a tutte le ore e i cappelletti in brodo anche a Ferragosto, continuo a farlo ora con i miei bimbi. Da quando sono nati, io e il babbo Matteo stiamo riscoprendo la nostra Emilia Romagna, a misura di bambino. "C'è il mare e la montagna" cantavo allo stadio, ma ci sono anche città d'arte, dolci colline, castelli, parchi, l'immancabile divertimento e tantissime attività da fare con tutta famiglia e non vediamo l'ora di viverle tutte e raccontarvele. Perché si sa, noi emiliano-romagnoli non siamo capaci di stare fermi!!  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This field is required.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*This field is required.