La neve con i bambini in Emilia Romagna: giochi e passeggiate

bimba in mezzo alla neve

 

Se sei fortunato, avrai già goduto da un po’ di tempo della magia della neve. Se invece, come noi, quest’anno non hai ancora visto dal vivo un paesaggio innevato, ecco qualche spunto per organizzare una gita sulla neve in Emilia Romagna con i bambini. E se invece quando ti affacci alla finestra, vedi tutto bianco, qui troverai anche idea per giocare e far divertire tutta la famiglia con la neve.

Neve in Emilia Romagna: 5 idee di giochi

Già solo osservarla dalla finestra, mentre avvolge tutto quello che incontra, è magico. Ma se poi il tempo permette anche di uscire fuori a giocare con la neve, ancora meglio!

Oltre ai classici battaglie e pupazzi di neve, ecco qualche altro spunto per giocare tutti insieme.

1. Il bowling di ghiaccio

Per fare questo gioco occorre mettere prima fuori o nel congelatore delle bottiglie piene d’acqua (non riempirle fino all’orlo!), per la palla puoi scegliere se usare un pallone o riempire d’acqua da congelare un palloncino.

In alternativa si possono anche riempire le  bottiglie direttamente con la neve.

Quando birilli e palla saranno pronti, via alla sfida! Si posizionano i birilli come al bowling e si parte lanciando la palla.

2. Percorso nella neve

Si può allestire nella neve battuta un percorso, con ostacoli, cerchi dove saltare, tunnel da attraversare, montagne di neve da scalare e scendere scivolando. Tra le prove può esserci anche quella di fare delle palle di neve con cui fare canestro in un cestino. Le opzioni sono infinite e si possono adattare a seconda dell’età dei bambini e delle proprie esigenze, può essere divertente coinvolgerli anche nella preparazione del percorso.

Si può fare il percorso a staffetta, sfide a coppie fra i vari membri della famiglia: via libera alla fantasia.

3. Scopri le impronte

Se ci si trova in una zona dove ci sono animali, può essere coinvolgente ed entusiasmante per i bambini, andare alla ricerca delle impronte. In caso contrario si possono fare utilizzando la neve proprio come una tela, magari imprimendo quelle di animali giocattolo che i bambini dovranno riconoscere.

Poi si può proseguire l’attività in casa, approfondendo le caratteristiche dei vari animali, facendo disegni e schede per ognuno.

4. Caccia al tesoro nella neve

Soprattutto per i più piccoli può essere divertente organizzare una piccola caccia al tesoro. In un perimetro più o meno circoscritto si possono nascondere vari oggetti sotto la neve che dovranno essere trovati con le classiche regole della caccia al tesoro.

Per i piccolissimi invece si possono mettere dei giochini  in un contenitore di plastica ricoperti di neve, così sarà più facile trovarli.

5. Neve multicolor

Anche questo è un grande classico: colorare la neve piace sempre ai bambini. Può essere divertente farlo con degli spruzzini o con dei dispenser di plastica (come quelli delle salse), che schizzano il colore direttamente sulla neve creando dei fantasiosi motivi alla Pollock.

In alternativa, si va con i classici pennelli e colori a tempera.

Ora, sperando che la situazioni migliori presto e potremo tornare a muoverci, ecco qui tre località dell’Appenino dove trascorrere del tempo per giocare con la neve e magari fare qualche sciata, se gli impianti apriranno.

Gita sulla neve in Emilia Romagna: le Piane di Mocogno

A 30 minuti da Modena, ci sono le Piane di Mocogno, località turistica dove è possibile anche godersi la neve e la natura. Ci sono diversi impianti di risalita, piste di sci di fondo e intrattenimenti per tutta la famiglia (al momento chiusi).

L’Oasi delle Piane

L’oasi delle Piane è un percorso che che si trova ad un’altitudine di 1267mt-1315mt, immerso nel bosco per una lunghezza completa di circa 2,8 km. Durante il periodo invernale diventa una pista da sci di fondo, ma grazie alla sua larghezza si può percorrere anche a piedi e in mountain bike.

Nel sottobosco è possibile ammirare anche diversi animali: Lulu, il somarino dell’Amiata, Nerina, il pony nero e Trilli, il pony falabella. Ci sono poi un cammello siberiano, un alpaca bianco delle Ande, mucche scozzesi, caprette tibetane, uccelli e maialini.

Il percorso dell’Oasi delle Piane è gratuito e sempre fruibile. Si tratta di un sentiero circolare che inizia dalla cappelletta della Maestà.

 

paesaggio innevato
Foto di Piane di Mocogno

 

Piane di Mocogno per i bambini: La pista per i bob e il baby park

Alle Piane di Mocogno i bambini possono divertirsi in uno spazio a loro riservato. Nel baby park ci sono gonfiabili,  casette, capanne.

C’è anche una pista dedicata interamente ai bob e gli slittini e per evitare la fatica e risalire con facilità e in tutta sicurezza, basta servirsi del tapis-roulant.

Al momento il baby park e la pista dei bob sono aperti dalle 10 alle 17, ma puoi rimanere aggiornato seguendo la pagina FB delle Piane o il sito o la pagina FB del Jenny Kinderpark

 

Corno alle scale a misura di famiglia

Corno alle scale è un’altra rinomata località sciistica dell’Appenino.

Per quanto riguarda le passeggiate da fare con i bambini è sempre preferibile, durante la stagione invernale partecipare a visite guidate. Il Parco di Corno alle Scale è un territorio ad accesso libero quindi ci si può andare in qualsiasi momento ma è opportuno fare molta attenzione.

Soprattutto durante la stagione fredda, ed è per questo che, soprattutto con i più piccoli, è consigliato affidarsi a delle guide esperte che organizzano escursioni di ogni genere nella più totale sicurezza. Qui tutti gli eventi organizzati, tra cui anche una serie di appuntamenti dedicati ai bambini.

Se si vuole invece semplicemente passare qualche ora sulla neve, facendo giocare i bambini a fare i pupazzi di neve, si può andare in località Cavone o località La Polla (zona dove si trova la biglietteria degli impianti, attualmente chiusi).

Baby park e pista per slittini a Corno alle scale

Nel comprensorio sciistico sono anche un baby park e una pista per slittini.

Puoi seguire gli aggiornamenti e le aperture sulle apertura sulla pagina FB.

Giocare sulla neve in Campigna

In Campigna c’è un piccolo comprensorio con una pista per bob servita da un tapis roulant. Altrimenti basta addentrarsi nel bosco del Parco delle Foreste Casentinesi per un po’ di divertimento, tra passeggiate, ricerca di tracce sulla neve e gare con bob e palle di neve. Noi ci siamo stati e ne abbiamo parlato qui.

Author: Giulia

Cresciuta mangiando piadina a tutte le ore e i cappelletti in brodo anche a Ferragosto, continuo a farlo ora con i miei bimbi. Da quando sono nati Margherita e Federico, io e il babbo Matteo stiamo riscoprendo la nostra Emilia Romagna, a misura di bambino. "C'è il mare e la montagna" cantavo allo stadio, ma ci sono anche città d'arte, dolci colline, castelli, parchi, l'immancabile divertimento e tantissime attività da fare con tutta famiglia e non vediamo l'ora di viverle tutte e raccontarvele. Perché si sa, noi emiliano-romagnoli non siamo capaci di stare fermi!!  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*