Piste ciclabili in Emilia Romagna da percorrere con i bambini

babbo in bici con bimba accanto al mare

 

Arriva la bella stagione e quale migliore occasione per fare il pieno di natura e scoprire zone nuove in bicicletta? Che siano piccoli, a bordo dei seggiolini o nel carrellino, o grandi e autonomi sulle proprie bici, i bambini adorano andare in bicicletta. Qui di seguito troverai una serie di piste ciclabili in Emilia Romagna, facili da percorrere con tutta la famiglia.

Visitare le città d’arte, entrare in parchi e riserve naturali, addentrarsi nelle campagne o costeggiare il mare: farlo in bicicletta è il modo migliore per scoprire i mille volti dell’Emilia Romagna coi bambini.

Val Trebbia in bici: percorrere la ciclovia coi bambini

La ciclovia del Trebbia parte dal centro storico di Piacenza e arriva fino a Rivergaro, attraversando il Parco Regionale Fluviale del fiume Trebbia. Percorrendola tutta si incontrano tanti ambienti diversi: da quello urbano, alla campagna, si attraversano ponticelli e ci si addentra in aree naturalistiche con punti sterrati.  Quando si arriva a Rivergaro, si procede sul lungo Trebbia in una zona pedonalizzata con aree giochi, ristoro, fontana e i locali della Pro Loco, l’ideale per una pausa prima di tornare indietro.

Piste ciclabili in Emilia Romagna: info utili sulla Ciclovia del Trebbia

  • Tempo di percorrenza: l’intero percorso, andata e ritorno si fa in una giornata
  • Km totali: 50
  • Difficoltà e tipo di percorso: ci sono tratti di facile percorrenza e altri medi. Si percorrono tratti di ciclabile asfaltata, mentre alcuni punti sono su sterrato o ghiaia. La maggior parte del percorso può essere fatto con una classica city bike, tranne negli sterrati dove è meglio avere una mountain bike.
  • Mappa del percorso: qui è possibile scaricare la mappa del percorso e trovare altre info

babbo in bicicletta con bimba sul seggiolino in campagna

 

La Ciclovia del Taro: in bici

La Ciclovia del Taro è contraddistinta da due diversi itinerari, complementari tra loro e percorribili uno dopo l’altro.

Noi ci limitiamo al primo, più facile e adatto anche alle famiglie. Il percorso è interamente pianeggiante e immerso nella campagna. Si parte dalla stazione ferroviaria di Collecchio e, attraversato il centro, si va in direzione sud  lungo la vecchia Statale della Cisa per un paio di chilometri, voltando a destra fino a Corte Giarola, (sede del parco e centro visita, dove è possibile noleggiare le biciclette – da qui parte anche l’itinerario più difficile, seguire le indicazioni giuste!).

Si passa anche accanto all’edificio monastico di Oppiano, antico punto di sosta dei pellegrini che percorrevano il fondovalle diretti a Fornovo, lungo la via Francigena per Roma. Si passa Villanova e si arriva ad Ozzano Taro, di nuovo sulla Statale della Cisa, dove si volta a sinistra per chiudere l’anello passando per Gaiano: qui, eventualmente, c’è la possibilità di connettersi con la ciclovia dei Boschi di Carrega. L’ambiente è sempre rurale, senza traffico, tra siepi, filari di gelsi ed esemplari di querce o di noci isolati fra i campi.

La Ciclovia del Taro, insieme a quella del Trebbia fa parte delle Ciclovie dei Parchi, 10 percorsi ciclabili nei parchi e nelle Riserve naturali dell’Emilia Romagna. Qui maggio info.

La Ciclovia del Taro: info utili sull’itinerario facile

  • Tempo di percorrenza: mezza giornata
  • Km totali: 20 km
  • Difficoltà e tipo di percorso: l’itinerario è facile, pianeggiante e adatto a tutti
  • Mappa del percorso: qui è possibile scaricare la mappa del percorso e trovare altre info

 

La Ciclovia del Sole: il nuovissimo tratto da Mirandola a Bologna

La Ciclovia del Sole che appena sarà terminata, collegherà Verona-Bologna-Firenze. Qualche giorno fa è stato inaugurato il tratto che collega Mirandola a Sala Bolognese e che permette di arrivare fino a Bologna centro. Questo tratto di pista ciclabile è stato costruito su un’ex ferrovia.

Il percorso totale è lungo 46 km di facile percorrenza. La ciclovia attraversa borghi e campagne, ricchi di interesse storico, culturale, paesaggistico ed enogastronomico.

Piste ciclabili in Emilia Romagna: info utili sulla Ciclovia del Sole

  • Tempo di percorrenza: una giornata, se si vogliono anche fare soste lungo il percorso
  • Km totali: 46
  • Difficoltà e tipo di percorso: facile percorrenza
  • Mappa del percorso: qui è possibile scaricare la mappa del percorso, mentre qui c’è un articolo dedicato

 

Comacchio – Valle – Salina – P.Garibaldi (anello)

Il percorso parte da Comacchio e permette di percorrere in bicicletta tutte le valli di Comacchio. L’itinerario è facile, su fondo misto e adatto a tutti, ma soprattutto è molto suggestivo.

Mentre si pedala si passa accanto ai capanni da pesca e si è fortunati si incontrano anche i fenicotteri rosa. La ciclabile è tutto segnalata.

Il tragitto da Comacchio costeggia la salina, passa per Lido degli Estensi e il Portocanale di Porto Garibaldi, con ritorno a Comacchio.

Comacchio e le valli del Po in bici: info utili

  • Tempo di percorrenza: un paio d’ore
  • Km totali: 15,5
  • Difficoltà e tipo di percorso: facile percorrenza
  • Mappa del percorso: qui è possibile scaricare la mappa del percorso,

mamma e bimbi in bici lungo la pista ciclabile di Comacchio

 

Valmarecchia in bicicletta: un family bike tour

Un percorso facile per tutta la famiglia per andare alla scoperta della Valmarecchia in bicicletta. Il giro parte da Santarcangelo di Romagna, costeggiando i due versanti del fiume Marecchia, perfetto per tutta la famiglia senza alcuna difficoltà. Lungo il percorso, circa a metà ci si può anche fermare per una sosta al Parco Marecchia, con bar e giochi per i più piccoli.

Piste ciclabili in Emilia Romagna: info utili sulla Ciclovia del Trebbia

  • Tempo di percorrenza: un paio d’ore
  • Km totali: 22,6 km
  • Difficoltà e tipo di percorso: facile percorrenza, adatto a tutti. Si può percorrere tutto l’anno ma sconsigliato in piena estate coi bambini perché completamente esposto al sole.
  • Mappa del percorso: qui è possibile scaricare la mappa del percorso, mentre qui c’è il nostro racconto del percorso da Rimini a Santarcangelo.

Le città d’arte dell’Emilia Romagna in bicicletta

Ferrara, la città delle biciclette

Prima fra tutte, non possiamo non nominare la “città delle biciclette”, Ferrara. Si può andare alla scoperta del centro storico percorrendo in bici le mura, sia nelle parte superiore che inferiore. E se si vuole uscire dal centro, la Ciclabile della Burana ti porterà nel cuore della campagna (se vuoi saperne di più, qui il racconto della gita a Ferrara in bicicletta).

Da Piacenza a Rimini, tutte le città visitabili in bicicletta con i bambini

Praticamente tutte città dell’Emilia Romagna hanno una pista ciclabile che parte dalla centro e attraversa il territorio limitrofo. Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Modena vantano una buona rete di ciclabili anche in città. Anche Ravenna si presta ad essere visitata in bicicletta, così come la provincia e soprattutto la costa, con le lunghe piste ciclabili direttamente sul lungomare.

Anche Rimini ha le sue ciclabili, si può esplorare il centro su due ruote e tutti le località marittime che si affacciano sul lungomare, da Cattolica a Bellaria-Igea Marina.

Anche la nostra città, Cesena, si presta benissimo ad essere visitata in bicicletta ed è anche possibile usufruire delle biciclette messe a disposizione del Comune (ne abbiamo parlato tra le 10 cose da fare a Cesena).

Piste ciclabili in Emilia Romagna con i bambini: i nostri consigli

I nostri bambini sono ancora molto piccoli e non vanno in bici da soli. Abbiamo ragionato a lungo su quale fosse il modo migliore per trasportarli: carrellino porta bimbi o seggiolini?

Alla fine abbiamo optato per la seconda opzione, in modo da essere più agili lungo i percorsi più stretti e così ci dividiamo anche i bambini, uno col babbo e una con la mamma. Siamo contenti di questa scelta e in caso dovesse trasportarli entrambi un genitore, possiamo montarne uno davanti e uno dietro. L’unica pecca dei seggiolini è che se si addormentano non stanno propriamente comodi. Per questo cerchiamo di fare soste e di non scegliere ancora itinerari troppo lunghi.

Per quanto riguarda i bambini più grandi, abbiamo trovato lungo le ciclabili più lunghe diverse famiglie con i bambini che pedalavano attaccati ai genitori attraverso una barra traino.

Altro consiglio se si parte per un giro in bicicletta con i bambini: casco per tutta la famiglia, borracce piene, qualche snack, occhiali da sole, cappellini e una coperta per le soste relax.

 

 

Author: Giulia

Cresciuta mangiando piadina a tutte le ore e i cappelletti in brodo anche a Ferragosto, continuo a farlo ora con i miei bimbi. Da quando sono nati, io e il babbo Matteo stiamo riscoprendo la nostra Emilia Romagna, a misura di bambino. "C'è il mare e la montagna" cantavo allo stadio, ma ci sono anche città d'arte, dolci colline, castelli, parchi, l'immancabile divertimento e tantissime attività da fare con tutta famiglia e non vediamo l'ora di viverle tutte e raccontarvele. Perché si sa, noi emiliano-romagnoli non siamo capaci di stare fermi!!  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This field is required.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*This field is required.