Sciroppo di teatro: bambini e bambine a teatro con la ricetta del pediatra

illustrazione

Sciroppo di teatro è un bel progetto partito in una serie di comuni dell’Emilia Romagna, con lo scopo di promuovere e diffondere la cultura del teatro tra i più piccoli, che con un voucher fornito da pediatri e farmacie potranno entrare a teatro pagando due euro.

Come nasce Sciroppo di Teatro

Questo progetto nasce da ATER Fondazione, grazie alla collaborazione degli Assessorati regionali alla Cultura, alla Sanità e al Welfare, i Comuni Soci, le organizzazioni sindacali e associazioni scientifiche dei pediatri e le farmacie aderenti FederFarma e AssoFarm.

Quest’alleanza ha come obiettivo di migliorare la salute e il benessere delle famiglie, attraverso il teatro e la cultura.

Il legame tra cultura e benessere: il teatro come aiuto per superare gli effetti della pandemia

Studi dell’OMS hanno evidenziato il legame tra cultura e benessere, come la prima influenzi in maniera positiva il secondo. La pandemia ha causato un notevole peggioramento della salute mentale di bambini e genitori, con disturbi comportamentali, ansia e depressione, disturbi del sonno, irritabilità e via dicendo (puoi approfondire qui). Dall’inizio della pandemia sono sempre di più le famiglie in difficoltà economica e povertà educativa, tanti bambini sono stati privati di esperienze sociali ed emotive per un lungo periodo.

La cultura in tutto ciò può svolgere un importante ruolo di riabilitazione delle dinamiche sociali ed è da questo presupposto che nasce il progetto Sciroppo di Teatro, con il teatro come cura per tutta la famiglia.

Sciroppo di Teatro: i bambini tornano a teatro

Dove si può partecipare a Sciroppo di Teatro

Attualmente il progetto è partito in fase sperimentale in 21 comuni dell’Emilia Romagna, in sette province.

La scelta dei comuni è piuttosto variegata, dai 5 capoluoghi, con nuclei di grandi dimensioni, a borghi che contano circa 7000 abitanti, come Cotignola e Morciano. Tra gli altri, in cinque comuni non era mai stata programmata una stagione di teatro per ragazzi.

Provincia di Bologna: Casalecchio di Reno
Provincia di Modena: Bomporto, Nonantola, Modena, Maranello e Pavullo nel Frignano
Provincia di Reggio Emilia: Reggio Emilia, Scandiano, Novellara e Correggio
Provincia di Parma: Parma e Fidenza
Provincia di Ravenna: Ravenna, Russi, Conselice e Cotignola
Provincia di Rimini: Cattolica, Morciano di Romagna, Rimini e Santarcangelo di Romagna
Provincia di Forlì-Cesena: Cesenatico

A chi è rivolto e dove trovare i voucher

Sciroppo di Teatro si rivolge ai bambini e bambini dai 3 agli 8 anni, insieme ai loro accompagnatori, che potranno reperire un voucher presso il proprio pediatra o nelle farmacie aderenti e recarsi a teatro pagando l’ingresso 2 euro. L’iniziativa è rivolta ai bambini residenti nei 21 comuni o che si servono in maniera regolare o occasionale dei pediatri o delle farmacie situate in quei centri.

46 spettacoli per bambini in tutta l’Emilia Romagna

Il progetto è partito a dicembre e qui si può consultare il programma con gli spettacoli.

Il cartellone include 46 titoli e 71 repliche, vede coinvolte 35 compagnie di teatro per ragazzi, di cui 20 della regione. Secondo i calcoli fatti in base alla capienza dei teatri, Sciroppo di Teatro potrebbe contare 21.495 spettatori e attraverso questa programmazione con il 60 % di produzioni regionali, ATER supporta in maniera importante le realtà teatrali dell’Emilia Romagna.

Puoi trovare tutti i dettagli del progetto sul sito di ATER Fondazione.

Potrebbe interessarti anche dove portare i bambini a teatro a Bologna.

 

Author: Giulia

Cresciuta mangiando piadina a tutte le ore e i cappelletti in brodo anche a Ferragosto, continuo a farlo ora con i miei bimbi. Da quando sono nati, io e il babbo Matteo stiamo riscoprendo la nostra Emilia Romagna, a misura di bambino. "C'è il mare e la montagna" cantavo allo stadio, ma ci sono anche città d'arte, dolci colline, castelli, parchi, l'immancabile divertimento e tantissime attività da fare con tutta famiglia e non vediamo l'ora di viverle tutte e raccontarvele. Perché si sa, noi emiliano-romagnoli non siamo capaci di stare fermi!!  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

This field is required.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*This field is required.